Carrello

C’è chi sorride e chi storce il naso davanti a un piatto di lumache, ma se non le avete mai assaggiate, dovreste provarle almeno una volta nella vita.

La carne di lumaca, già nota dagli antichi romani, è tenera, con pochi grassi saturi e molti grassi polinsaturi benefici per il cuore, con un livello proteico analogo a quello del pesce e difficilmente contiene tracce di farmaci. La carne di lumaca è un alimento dall’alto valore nutrizionale e di notevole digeribilità, ricco di amminoacidi essenziali e sali minerali.

E’ molto ricca di proteine (13%), ha una bassa percentuale di grassi (1,7%) e contiene una ricca varietà di sali minerali (abbondano calcio, magnesio, ferro e a rame).
Molto basso è il contenuto dei carboidrati, tanto da rendere la carne di lumaca più simile nutrizionalmente al pesce d’acqua dolce, piatto magro per antonomasia. Il valore energetico è modesto e mai superiore a 80 calorie per 100 grammi.
Gli amminoacidi che costituiscono la base della sua carne sono presenti su larga scala e concorrono a una corretta e sana alimentazione.
Grazie a queste proprietà le lumache sono indicate in caso di disfunzioni quali la glicemia e la colesterolemia.